Coscienza ed inconscio. Binswanger e Freud. Vissuto e mondo. Queste le parole chiave attraverso le quali il professor Rossi Monti ci fa entrare nella dimensione del rapporto tra fenomenologia e psicoanalisi.

Da un lato la fenomenologia, che pone l’accento sull’esperienza vissuta e sul dato di coscienza così come esso si da nella sua immediatezza. Dall’altro lato la psicoanalisi, che guarda all’inconscio, al mondo del non-detto e del non vissuto, per trovare adeguate chiavi di lettura all’interno del processo terapeutico.

Due approcci, quello fenomenologico e quello psicoanalitico, che sembrerebbero avere poco in comune. Due modelli, potremmo forse dire, che si contrappongono come poli del continuum che si dispiega tra conscio e inconscio. Molti sono stati i fenomenologi che hanno formato le proprie idee in netta divergenza con la psicoanalisi. In ‘L’essere e il nulla’, per esempio, Sartre polemizza apertamente con la visione deterministico-positivistica di Freud, affermando il primato della libertà del soggetto. “Lo psicoanalista, scrive Sartre, ha senza dubbio l’immagine oscura di una brusca coincidenza del cosciente e dell’incosciente. Ma si è tolto i mezzi per concepire positivamente questa coincidenza” (Sartre 1965 p. 689). Questi mezzi sono, secondo il fenomenologia francese, la considerazione degli scopi dell’esistenza (progetti di mondo), delle sue possibilità, i pensieri coscienti, le emozioni (più volte citate opera principale di Sartre), gli atti riusciti, lo stile personale etc.

Ecco però che sullo stesso campo su cui si gioca la divisione più netta tra fenomenologia e psicoanalisi, quello della coscienza appunto, il professor Rossi Monti ci fa scoprire anche un ponte, nascosto dalla moltitudine di differenze. Quando la psicoanalisi ha infatti iniziato ad interessarsi ai disturbi borderline e alle psicosi, uscendo dallo spazio ristretto delle nevrosi, ecco che proprio i concetti di vissuto e di mondo hanno via via assunto un ruolo centrale, da sempre sottolineato dalla visione fenomenologica…

Buona visione!